Rottamazione, SaldoeStralcio e Cartelle: ecco le proroghe e scadenze – Avv. Alberto Verrengia

Siamo ormai a Settembre, data decisiva per alcune scadenze delle passate procedure di Rottamazione e Saldo e Stralcio.

Il Decreto Agosto (DL 104/2020), ricordiamo, ha prorogato dal 31 agosto al 15 ottobre i termini dei versamenti sospesi a partire dall’8 marzo giungenti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché dagli avvisi previsti dagli articoli 29 e 30 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78. Pertanto, i versamenti oggetto di sospensione devono essere effettuati in unica soluzione entro il mese successivo al termine del periodo di sospensione e quindi entro il 30 novembre 2020.

Partiamo dalla Rateizzazione delle cartelle.

Nonostante la norma indichi che i versamenti dovranno essere effettuati in un’unica soluzione, è possibile richiedere all’Agenzia della Riscossione un piano di dilazione, ma attenzione alla data entro la quale formulare la richiesta. Le Faq dell’Agenzia delle Riscossione ci ricordano che è possibile richiedere la rateizzazione entro il 30 novembre sebbene, come avremo modo di approfondire, per il contribuente sarà meglio richiederla entro il 15 ottobre.

Per la Rottamazione Ter e gli avvisi bonari di pagamento:

Nessuna nuova proroga per gli avvisi bonari sospesi o meglio per le somme chieste mediante le comunicazioni degli esiti del controllo automatizzato e del controllo formale delle dichiarazioni in scadenza tra l’8 marzo e il 18 maggio 2020. I versamenti sono considerati tempestivi se effettuati entro il 16 settembre 2020, in un’unica soluzione o in 4 rate mensili di pari importo, senza che siano dovuti interessi e sanzioni.

Il Decreto Agosto non ha modificato, purtroppo, i termini di scadenza della “Rottamazione-ter” e del “Saldo e stralcio”. Per cui, il termine “ultimo” entro il quale effettuare i pagamenti delle rate in scadenza nel 2020 rimane fissato al 10 dicembre 2020.

Gestione mirata debiti: i giusti consigli per piani di rientro, rottamazione, saldo e stralcio e pace fiscale.

In questi anni di crisi, molte famiglie hanno accumulato debiti di ogni sorta, molto spesso contro la propria volontà. Gestire  la propria situazione economica autonomamente  è difficile e rischioso se non si utilizzano metodi, conoscenze e capacità professionali mirate.

Nè altre forme di collaborazione sindacale o patronale possono sopperire ad una valutazione specialistica di rientro dalla propria condizione debitoria che solo esperti legali e finanziari possono dare.

Ancor di più districarsi tra le nuove possibilità di rientro è complesso: l’ultima manovra economica e le normative appena precedenti hanno previsto nuovi strumenti per ripianare la propria situazione finanziaria personale e familiare.

Lo Studio Legale Verrengia, in queste settimane, ha già dato risposta a numerosi assistiti ed utenti che hanno pianificato per il 2019, una fase di recupero economico tramite la rottamazione ter, i saldo e stralcio, la pace fiscale e non solo.

La consapevolezza che coloro che si rivolgono allo Studio per una consulenza per un piano di rientro, siano persone con chiare problematiche economiche, ci ha indotti ad applicare tre agevolazioni importanti: il preventivo trasparente, la dilazione nei pagamenti degli onorari, spese l’applicazione dei minimi tariffari per le condizioni più disagiate e il gratuito patrocinio nei casi limite.

La nostra competenza e la nostra trasparenza al Vostro servizio.

header__av21.png