Sospensione Mutuo per COVID19: ecco come fare e chi può farlo – a cura dell’Avv. Alberto Verrengia

Per tutti coloro che hanno subito gravi crisi economiche è possibile sospendere la rata del mutuo per la prima casa. Il Decreto del Governo permette, in alcuni casi, tale opzione. Vediamo chi sono i beneficiari e i motivi.

1) Chi sono i possibili beneficiari?

Possono usufruire del provvedimento: i lavoratori dipendenti e lavoratori  autonomi (: a lavoratori dipendenti, collaboratori, parasubordinati, liberi professionisti e Partite Iva). Non c’è un limite di reddito determinato dall’Isee, come ribadito ai media dal ministro per la Famiglia e le Pari Opportunità Elena Bonetti, che ha aggiunto: “La sospensione della rata del mutuo è stata applicata per 9 mesi anche ai cassintegrati”.

2) Quali sono i motivi per accedere alla sospensione?

Nel Provvedimento dell’Esecutivo c’è un preciso elenco:

a) cessazione del lavoro subordinato a tempo indeterminato o determinato (insomma, se si è perso il posto di lavoro per motivi legati dell’emergenza sanitaria)

b) cassa integrazione superiore ai 30 giorni;

c) cessazione del lavoro parasubordinato o di rappresentanza commerciale o di agenzia;

d) morte o riconoscimento di grave handicap o di invalidità civile oltre l’80; per i lavoratori autonomi,

e) Per gli autonomi, la riduzione del fatturato di oltre il 33% dal 21/2/2020.

3) Quali tipi e di Mutuo\Finanziamento si possono sospendere?

Tale agevolazione vale per i mutui per la prima casa, con un valore dell’abitazione fino a 250 mila euro.   A sostegno di tale provvedimento sarà utilizzato il cosiddetto  Fondo Gasparrini, cioè il fondo di solidarietà per i mutui prima casa. È uno strumento già esistente (rafforzato di un finanziamento ad hoc da 500 milioni) gestito dalla Consap (la Concessionaria servizi assicurativi pubblici, controllata al 100% dal ministero dell’economia). E’ da evidenziare che la sospensione varrà parzialmente per gli interessi che saranno coperti solo al 50% dal Fondo che decorrerano ugualmente.

3) Per quanto tempo si potrà sospendere il pagamento?

La durata del provvedimento sarà di nove mesi, fino al dicembre 2020.

Pittusto vaga, ad oggi,  è l’indicazione della documentazione che si dovrà presentare in Banca per la richiesta di  sospensione del mutuo. Sicuramente sono previste le autocertificazioni con le attestazioni di riduzione del fatturato. Successivamente alla richiesta del cliente, la Banca dovrà chiedere nulla osta alla CONSAP.

Il Studio Legale Verrengia – Avv- Alberto Verrengia – darà maggiori chiarimenti a chi lo necessitasse oltre ad ogni attività per attivare la sospensione.

859510_492404954150053_280190625_o

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...